Italia-Africa: Slow Food, stop dumping prodotti - Petrini a convegno organizzato alla Farnesina

(ANSA) - ROMA, 20 FEB

'L'Italia, se ha il coraggio, deve insistere perché finisca la vergogna del dumping in Africa dei prodotti agricoli finanziati dall'Unione europea'. Lo ha detto oggi il fondatore di Slow Food, Carlo Petrini, intervenendo al ministero degli Esteri a Roma al Tavolo Agricoltura dell'Iniziativa Italia-Africa, voluta dal ministro Emma Bonino per promuovere e coordinare l'azione del nostro Paese in Africa.

'Gli africani non hanno bisogno che noi insegniamo loro qualcosa, sanno già tutto quello che devono fare - ha detto Petrini -. I 50.000 attivisti di Slow Food in Africa chiedono tre cose ai loro governanti. Primo, difendere il patrimonio genetico delle varietà vegetali e animali, difendere la biodiversità africana. Secondo, difendere le piccole imprese famigliari, le piccole economie locali, gestite soprattutto dalle donne. Terzo, difendere la gastronomia africana, non fare invadere i loro paesi da prodotti alimentari che non c'entrano con l'Africa'. (ANSA)