Festival d'Africa alle Cascine

di Paolo Russo, La Repubblica Firenze 19 luglio 2011

Con la sua carovana di musica, danza, cibo, incontri, dal 21 al 23 luglio la cultura tuareg torna al Festival au Desert grazie a Fabbrica Europa. Artisti di Mali, Niger, Senegal e Francia si incontrano qui con colleghi italiani. Così al via il 21: dopo l’incontro (ore 18) con l’architetto Pietro Laureano, consulente Unesco per le zone aride e gran conoscitore dell'Islam ecco (21,30) il mix taranta-tuareg del chitarrista Antonio Infantino; il Mediterraneo senza confini di Raiz con la chitarra di Giuseppe De Trizio, e quei Tartit che nel 2003 fecero impazzire Robert Plant nel Mali. Guidati da una donna, Fadimata Walet Oumar - la società tuareg è matriarcale - l’ensemble vocale Tartit è figlio della sua tenacia di profuga, anche in Italia. Il live dei Tartit sfocerà (22.30) nella jam session con Dimitri Grechi Espinosa, Emanuele Parrini, Simone Padovani e altri musicisti africani.

Venerdì 22 si riparte parlando di donne del deserto (ore 19), di canto e danza tuareg (21), per poi passare (22) a una produzione del festival, con la ormai nota voce griot del senegalese Badara Seck, il sax di Mirko Guerrini, il pianoforte di Leonardo Pieri e la ritmica Ares Tavolazzi (basso)-Andrea Melani (batteria); chiude (ore 23) Tannebeer, show di danza senegalese con musica dal vivo.

Sabato 23. Preceduto da un incontro (ore 19) con Manny Ansar, musicologo e fondatore del Festival au Desert sui Tuareg di Timbuctu, arriva dal Niger il protagonista del gran finale del 23: Koudede, giovane astro del blues del deserto. A casa accende radio e feste di piazza, qui col suo gruppo (21.30) non sarà da meno, per poi (22.30) confluire nella seconda produzione del festival, 'Musica nel deserto', altra jam session con Dinamitri Jazz Folklore, Seck, i Tartit e tutti i musicisti del festival.

Anfiteatro delle Cascine. Dal 21 al 23/7; ore 19-2, 10 euro a sera, 20 con piatti africani; il 23/7 euro 15 e 25, abbonamento solo spettacoli euro 25; 055/2638480 www.festivalpresenzedafrica.eu