L'URGENZA DI UNA MEDITAZIONE LAICA di Jacques Vigne a Milano 9 MAGGIO 2018 frigoriferi milanesi




Un intero capitolo è dedicato alla meditazione camminata, una pratica per tutti, priva di sforzo, nel piacere del momento presente e che può rivelarsi una terapia spirituale molto profonda.


Viviamo in un periodo in cui diventa urgente recuperare all'interno di noi uno spazio che ci permetta di tenerci saldi e non farci travolgere dai continui sommovimenti esterni e dalla sofferenza che ne consegue; in questo senso la meditazione laica rappresenta una pratica centrale per la nostra epoca perché offre una possibilità aperta a tutti, indipendentemente dal credo religioso, aprendo strade di dialogo tra le grandi religioni e tra credenti e non credenti al riparo da atteggiamenti integralisti. Come la psicoterapia si basa sull'idea che possiamo cambiare e i suoi effetti nel breve e lungo termine sono da tempo confermati a livello scientifico. È stato il Dalai Lama a metà degli anni novanta, attraverso il “Mind and Life Institute”, a spronare la ricerca scientifica sui risultati positivi della meditazione e sulle emozioni positive. (Jacques Vigne: meditare ci salverà, 'Yoga journal', 19 ottobre 2016). Vigne, partendo dalla sua trentennale esperienza di insegnamento della meditazione, nel corso del seminario propone un percorso per introdurci nel vivo della pratica, attraverso metodologie collaudate (come l'osservazione del respiro naturale), integrandole con le più recenti acquisizioni scientifiche. Una parte del seminario sarà dedicata alla meditazione camminata, una pratica per tutti, priva di sforzo, che ancora una volta ci fa entrare nella gioia del momento presente.


  


Jacques Vigne, psichiatra francese, uomo di scienza e ricercatore spirituale, vive da oltre vent’anni in India. Ha seguito gli insegnamenti di Swami Vijayânanda, diretto discepolo di Ma Anandamayi. È autore di importanti saggi che stabiliscono un ponte tra la scienza occidentale e la filosofia indiana. Conduce da anni gruppi di meditazione in varie parti del mondo. Ha pubblicato per MC EditriceVijayȃnandaUn medico francese in Himalaya, Milano 2007; Anoressia e conoscenza interiore, Milano 2010; Meditazione, emozioni e corpo cosciente, Milano 2012; Dalla depressione alla rinascita, Milano 2013; Guarire con il sole e con la terra, Milano 2014; L’urgenza di una meditazione laica, Milano 2015; Il gioco delle parole aperte, Milano 2015; Tenzin PalmoGli insegnamenti di una maestra del buddhismo tibetano, Milano 2016; La parola viva di Ma Anandamayi, Milano 2017.


   


LA MEDITAZIONE LAICA 


La meditazione “laica” rappresenta un’avventura centrale e imprescindibile della nostra epoca, un’opportunità che si apre a tutti gli esseri umani, che permette di integrare i valori della spiritualità laica e di applicarli nella vita quotidiana.
Come la psicoterapia, si fonda sull’idea che possiamo cambiare. Questa possibilità di uscire dalla sofferenza attraverso la consapevolezza e la presenza mentale, già indicata dal Buddha, è apparsa straordinariamente moderna con i recenti studi sulla neuroplasticità del cervello.


Una pratica che va oltre alla psicoterapia e la può efficacemente integrare.
D’altra parte, la meditazione laica rappresenta un fertile terreno per avviare un dialogo tra le grandi religioni. E svolge un ruolo


fondamentale per liberare l’evoluzione interiore e metterla al riparo da atteggiamenti integralisti e fanatici.


L’autore, medico psichiatra e profondo conoscitore delle tradizioni spirituali orientali, entra nel vivo della pratica, sottolineando l’importanza di metodologie collaudate; e attraverso citazioni ed esempi spiega con immediatezza ed efficacia come la pratica meditativa può attenuare la dicotomia corpo-mente e ottenere una maggiore coerenza e integrazione tra i vari livelli della persona.


Partendo dalla sua trentennale esperienza di insegnamento della meditazione, anche in campo psichiatrico, illustra in particolare quali vantaggi una pratica millenaria come l’osservazione del respiro può offrire alla crisi profonda della nostra società.






Link



Allegati